Cos’è il conflitto

Il conflitto viene definito come lo stato di tensione che una persona ha, nel momento in cui riscontra bisogni, desideri, impulsi e motivazioni contrastanti.

 La tensione nasce a causa di forze contrapposte che indirizzano la persona a prendere una decisione piuttosto che un’altra. Questa definizione cerca di descrivere e delineare un tipo di conflitto, quello intrapersonale. Il conflitto interpersonale, invece, si può definire come un evento relazionale che si riscontra in vista di interessi, obiettivi, bisogni e punti di vista diversi tra due o più persone.

 Infine, un terzo e quarto tipo, cioè quello intragruppo e intergruppi, in cui conflitto avviene relativamente tra membri dell’ingroup e tra diversi gruppi.

Tutti i conflitti hanno delle cause che possono essere associate a diversi fattori, individuali o situazionali.

Di seguito vengono elencate le cause più frequenti:› valori e atteggiamenti› opinioni su questioni etiche

  • Differenziare un contrasto da un conflitto
  • Cosa c’è di positivo e cosa di negativo nei conflitti
  • Il conflittoin azienda

Riconoscere e affrontare situazioni conflittuali

  • Identificare un conflitto e le sue cause
  • Riconoscere le diverse tipologie di conflitto
  • Conflitto di relazione, dicontenuto e di valori
  • Prevenire e gestire situazioni conflittuali

Strategie di gestione del conflitto

  • Differenti approcci alla gestione del conflitto: vantaggi e svantaggi
  • L’importanza di un approccio win-win
  • Comprendere gli interessiin gioco

Abilità personali per affrontare situazioni conflittuali

  • Analisi del comportamento personale all’interno dei conflitti
  • Riconoscere e gestire le proprie emozioni
  • Emozioni-Pensieri-Comportamenti un rapporto circolare

 Metodi e strumenti per la risoluzione dei conflitti

  • Come reagirecostruttivamente agli attacchi personali, all’arroganza e alle esagerazioni
  • Le tecniche di ascoltoa supporto di una comunicazione non conflittuale
  • La ricerca delle alternative e proposta di una soluzione: Il modello S.P.RA

Gestione del dopo conflitto

  • Fare un bilancio della situazione in corso
  • Identificare le nuove opportunità
  • Fare delle situazioni conflittuali un motivo di crescitapersonale e professionale

Piano d’azione personale

  • Identificare una situazione conflittuale su cui impegnarsi per il futuro
  • Costruire un piano d’azione per affrontare realisticamente la situazione conflittuale
  • Individuare le azioni per evitare il riproporsi del conflitto